domenica 31 maggio 2015

Gli Ibis Sacri della piana pratese ...

Nel panorama faunistico Italiano e Toscano ci sono oramai molte specie Alloctone ( non originarie della ns penisola ) …specie che sono state introdotte nei decenni passati dalla mano dell'uomo e che in alcuni casi hanno trovato territori e climi favorevoli alla propria riproduzione. Tra queste, l'Ibis sacro Threskiornis aethiopicus (Latham, 1790) è una delle recenti acquisizioni della nostra fauna. Se ne trovano tracce addirittura negli affreschi e mosaici delle ville romane e di Pompei distrutte dall'eruzione del vesuvio, e sicuramente si trattava di individui importati dall'Egitto. L'Egitto infatti anticamente lo aveva elevato a divinità considerandolo l'incarnazione terrena del Dio Thot. Adesso in Egitto questo splendido uccello è estinto e la sua presenza rimane in alcune zone dell'Africa sub Sahariana, in Iraq e Madagascar dove predilige territori a prevalenza di acqua e fango. Ed è proprio nelle zone umide della piana pratese che quest'anno un gruppetto di Ibis sacri ha messo su casa facendo la spola fra i diversi stagni e laghetti e facendo bella mostra di se fra gli sguardi stupiti degli abitanti della zona che non li avevamo mai visti prima.










Posta un commento