giovedì 1 gennaio 2015

Nella morsa del Gelo ...

Global warming e cambiamenti climatici …ne sentiamo parlare da tanto tempo sui media ma mai come in questo periodo ne abbiamo provato gli effetti. Il clima che abbiamo avuto in Toscana ed in appennino negli ultimi due anni è la riprova che lassù qualcosa è cambiato davvero, con la totale mancanza di Inverno e con bombe d'acqua e piogge monsoniche che hanno avuto il sopravvento in tutte le stagioni dell'anno.

Questi sconvolgimenti climatici fra le altre cose hanno permesso il prolificare di malattie ed infestazioni di molte piante comuni dei nostri boschi e delle nostre campagne come il mazzococcus del pino marittimo, il cinipide del castagno, la gafiosi dell'olmo la mosca dell'olivo o mosca olearia etc etc.

Anche per questi motivi fa un grande piacere il ritorno del gelo e della neve che si spera contribuiscano a limitare il prolificare di questi insetti e parassiti delle piante …anche perché spero che col nuovo anno si possa rimangiare un buon Castagnaccio di farina di castagne pratesi così come un buon Olio di Oliva nostrano ...cose che nel 2014 non sono state possibili …purtroppo.

In questo contesto rivedere la nostra campagna e il nostro appennino in splendida veste invernale riempie il cuore , gli occhi …e la scheda di memoria della mia reflex dalla quale ho estrapolato le foto seguenti ...scattate fresche fresche nel cuore del nostro appennino pratese  !

BUON 2015 a tutti ..









venerdì 26 dicembre 2014

Reflection ...

Nelle paludi e nei laghetti delle aree umide pratesi c'è un discreto fermento e nonostante le "doppiette" siano molto indaffarate, si riesce comunque a trovare qualche momento tranquillo per immortalare la fauna locale tipica del periodo ; fauna che in questo caso si gode la bella luce dell'alba specchiandosi nelle acque del lago.





martedì 2 dicembre 2014

Un Autunno infinito …

E' un autunno infinito quello dell'ultimo piovosissimo anno. Caldo umido e tanta pioggia non ci abbandonano oramai da mesi e mesi ed il trend sembra proseguire anche in questo mite inizio di Inverno. Mai come quest'anno aspetto trepidante l'arrivo della tramontana foriera di gelo e neve per poter così rivedere ammantati di bianco i nostri monti. In attesa del generale Inverno ci si accontenta di vedere l'Appennino ancora in veste autunnale con la sorpresa gradita di qualche bel porcino a far bella mostra di se… ed anche le lumache della foto sottoriportata sembrano sorprese da queste tardive nascite.






lunedì 3 novembre 2014

Autunno sul monte Bucciana ...

Nel cuore dell'Appennino pratese all'interno della riserva statale Acquerino - Cantagallo alcuni scorci di un autunno stranamente soleggiato e mite. La tramontana l'ha fatta da padrona per diversi giorni ma ora si è placata e l'Appennino sembra entrato in un piacevole letargo che continuerà per diversi mesi. Il sole riscalda le strette vallate ed i colori delle faggete si accendono di colori. Siamo alle pendici del monte Bucciana la vetta più alta dell'Appennino pratese che con i suoi 1223mt domina gran parte della riserva in particolar modo quella posta sul versante pratese di Cantagallo. Un luogo incantevole dove la parola "wilderness" ha ancora un senso .







lunedì 6 ottobre 2014

Ultimi Bramiti in appennino tosco emiliano ...

L'Autunno stenta a partire ma l'orologio biologico degli animali è infallibile …e così anche la stagione degli amori dei Cervi è praticamente terminata. Combattimenti bramiti rincorse fughe scontri, tutto per accaparrarsi il diritto a riprodursi "coprendo" più femmine possibile. La natura ha i suoi ritmi e le sue leggi, il più forte vince sempre e si riproduce, mentre i più deboli nella migliore delle ipotesi dovranno accontentarsi delle briciole lasciate dai maschi dominanti. L'Appennino rimbombante di bramiti ora lascerà il posto ad un periodo via via sempre più tranquillo …di riposo e di rifocillamento in attesa dell'Inverno... l'unico (non piccolo) pensiero di questi animali d'ora in poi sarà quello di sfuggire alle "doppiette" dei cacciatori .









domenica 28 settembre 2014

Bramito 2014 appennino pratese

La stagione degli amori del cervo volge al termine e come tutti gli anni sto approfittando della domenica mattina per scartabellare nelle cartelle delle foto che sono riuscito a scattare nel mio appennino, cercando le foto più rappresentative ad aprire questo primo post sul Bramito 2014. Non ne ho scattate molte quest'anno anche perché col tempo ho un po' cambiato l'approccio a questo tipo di appuntamenti. Mentre prima cercavo la "cattura" costi quel che costi, oggi con molta più calma ricerco la foto che piace a me, quella pensata prima, magari in un nuovo posto esplorato mesi addietro lontano dalla massa ma pur sempre nelle zone che da sempre seguo e nelle quali mi piace camminare e fotografare. L'Appennino Pratese e Tosco Emiliano vanta una popolazione di Cervo fra le più alte d'Italia e nonostante la crescente pressione venatoria  i ns amici ungulati riescono ancora a trovare spazio e luoghi adattati al loro periodo riproduttivo. Nei giorni scorsi in alcuni momenti di particolare concitazione dei grandi maschi dominanti le ns vallate rimbombavano di Bramiti e cornate con una frequenza e concentrazione impressionanti, inscenando uno spettacolo di suoni surreale ed incredibile.

L'interesse per questi animali sta crescendo e ci sono molte iniziative degli enti locali per far vivere al grande pubblico qualche momento emozionante nel cuore dell'Appennino passeggiando di notte nei sentieri delle riserve ascoltando Bramiti e sperando magari in un incontro ravvicinato che però quando si è in tante persone è molto difficile da realizzare. Anche per questo motivo spero che le foto seguenti possano suscitare interesse in tutte quelle persone che da poco approcciano al ns appennino ed al cervo in particolare…immagini che materializzano un momento emozionante ed unico, spesso ingiustamente associato solamente al rimbombante ed inquietante suono del bramito .










domenica 21 settembre 2014

Il Piovanello saluta l' Estate ...

…e dove poteva farlo se non in una bella spiaggia della Versilia ?

Un gruppetto di questi piccolissimi limicoli ( Piovanello Tridattilo - Caldris Alba ) sicuramente di passo autunnale, ha fatto una sosta poco distante da dove stavamo giocando io e la mia piccolina.
Indaffaratissimi a cercare cibo sulla battigia non sono sembrati infastiditi dalla nostra peresenza così cè scappato qualche scatto …così per non perdere l'abitudine ;-)