domenica 15 febbraio 2015

L' Inverno nella riserva Acquerino - Cantagallo

Quegli appena trascorsi sono stati (finalmente) venti giorni di vero Inverno. Un Inverno non eccezionale come dicono ogni volta al Tg, ma una normale fase fredda e perturbata per le nostre zone…e già questa è una grande notizia considerato l'andazzo degli ultimi anni. Ripetuti impulsi freddi da nord si sono tuffati nel mediterraneo generando tanta instabilità ed abbondanti nevicate in appennino fino a quote collinari. In queste condizioni l'Appennino Tosco Emiliano da sempre spettacolo e dopo numerosi giorni col naso alla finestra a veder nevicare sui monti, perfortuna si presenta un week end dal tempo discreto. Guardo bene le previsioni meteo del lamma ...preparo lo zaino e salto in macchina con obbiettivo l'alta Val di Bisenzio e precisamente Cantagallo da dove inizia la mia escursione nel cuore dell'Appennino Pratese.

In paese c'è poca neve ed inizio la salita verso il rifugio Cave con pochi problemi e con un po' di delusione perché mi aspettavo un paesaggio diverso. Superati i primi due ripidi tornanti del sentiero però la situazione cambia radicalmente... la neve aumenta e la salita senza ciaspole comincia a farsi faticosa. Il panorama diventa bellissimo e perfortuna anche il vento freddo da nord mi da un po' di tregua. Mi immergo totalmente in questo angolo di paradiso che è la riserva di Cantagallo. Il silenzio viene rotto solo dalle gelide folate di tramontana e dai miei pesanti passi nella neve farinosa che si fa sempre più alta. Cinquanta centimetri di neve fresca rendono questo luogo ancora più bello ed è giunto il momento di tirar fuori la reflex e far parlare le foto. 








 








Posta un commento