lunedì 17 aprile 2017

Gli Allocchi della riserva Acquerino Cantagallo (Prato)

L'Allocco ( Strix Aluco ) è uno Strigiforme di medie dimensioni che ama vivere principalmente in aree boschive meglio se intervallate da radure ...è una specie elusiva ma ampiamente distribuita in Toscana specialmente nelle zone appenniniche.

In alcune uscite mirate ....dallo scorso autunno a tutto l' Inverno... ho potuto constatare la loro sorprendente presenza e densità nei nostri boschi ...presenza generalizzata dalle quote collinari alle quote montane ....con aumenti sensibili in presenza di boschi maturi di Quercia e Castagno ma anche l'alto fusto di Faggio ed Abete presentano densità considerevoli. Questo spiega perché la presenza dell'Allocco sia cosi numerosa anche e soprattutto all'interno della Riserva Acquerino Cantagallo dove questa specie trova l'habitat ideale per poter vivere e riprodursi. L'Allocco nelle nostre zone  nidifica quasi esclusivamente in cavita di grandi alberi ...spesso piante molto vecchie che presentano nicchie naturali nel tronco ... e all'interno della riserva questo tipo di bosco è piu diffuso rispetto alle zone circostanti a prevalente carattere di macchia cedua. All'interno della riserva inoltre i boschi sono ( o dovrebbero essere) al riparo dai rischi di taglio indiscriminato ...senza regole e controlli ...spettacolo indegno che troviamo purtroppo in diverse zone appenniniche della provincia di Prato. Anche le prede di cui si nutre sono particolarmente abbondanti in Riserva....ha un ampio spettro di prede dai coleotteri ai piccoli mammiferi agli uccelli di piccole medie dimensioni....anche se le sue prede ideali sono piccoli roditori ( Topi - Ghiri - etc ). E' una specie monogama ed estremamente territoriale ...difende il suo territorio principalmente con il suo caratteristico canto ...ed all'occorrenza sa essere molto aggressivo con individui che possano rappresentare una minaccia. E' attivo e caccia prevalentemente di notte ...le sue prede vengono ricercate da posatoio ...ed una volta individuate le cattura facilmente grazie al suo volo super silenzioso. La riproduzione avviene da Febbraio in poi e proprio in questo momento in molti nidi si sta svolgendo la cova delle uova.

Le foto sottostanti sono state scattate all'interno della Riserva in zona Cantagallo ...in zona a prevalente carattere boschivo misto...Castagno Faggio Abete e qualche radura.
Nella prima foto viene ritratto un individuo intento alla caccia. Nella seconda foto è possibile vedere come la coppia in questione sia formata da due individui dal morfismo diverso....un individuo è grigio chiaro mentre l'altro è bruno rossastro (in Italia il morfismo prevalente è quello Grigio). Nella quarta foto un individuo dal suo abituale posatoio su abete rosso si lancia in volo super silenzioso verso la preda. Nella quarta e quinta foto individuo dal orfismo rosso caccia da posatoio su faggio e poi si lancia in volo sulla preda. Nelle due ultime foto troviamo i dettagli delle " borre " ( rigurgito delle parti indigeribili) rinvenute nei pressi di un nido ....si possono notare le ossa dei piccoli roditori malcapitati ...vittime delle cacciate notturne.













Posta un commento