lunedì 28 settembre 2015

Bramito del Cervo 2015 ( appennino pratese )

Puntuali come il divenire delle stagioni questi splendidi animali in questo periodo hanno dato vita alla loro stagione degli amori. L' Appennino Pratese fino alle porte della città è stato una sinfonia rimbombante di Bramiti emessi dai Maschi di Cervo per tenere alla larga i rivali in amore e proteggere il proprio harem di femmine conquistato a suon di combattimenti. Data la densità di questi animali nel nostro appennino per una decina di giorni tutto questo diventa un vero spettacolo sonoro che i Pratesi possono ascoltare già nelle periferie nord della città ( soprattutto Bagnolo e Montemurlo). Un invito a tutti a vivere di più la nostra natura che ha tante cose interessanti da mostrarci ...e poi una bella passeggiata fa bene alla salute del corpo e della mente ...parola di fotografo naturalista :-)

Fotografare la natura in fondo è un espediente ...un pretesto ...per riuscire a ritagliarsi qualche attimo in cui la propria mente abbia la possibilità di liberarsi osservando profondamente quello che ti circonda. E quando poi si materializza davanti a te quello per cui hai camminato qualche ora o atteso invano svariate altre volte, allora capisci perché lo fai e perché hai soddisfazione nel farlo.


"....Andai nei boschi perchè volevo vivere con saggezza, per affrontare solo i fatti essenziali della vita, e per vedere se non fossi capace di imparare quanto essa aveva da insegnarmi, e per non scoprire in punto di morte che non ero vissuto. Non volevo vivere quella che non era una vita, a meno che non fosse assolutamente necessario. Volevo vivere profondamente e succhiare tutto il midollo di essa, vivere da gagliardo spartano, tanto da distruggeretutto ciò che non fosse vita, falciare ampio e raso terra e mettere la vita in un angolo, ridotta ai suoi temini più semplici; se si fosse rivelata meschina, volevo trarne tutta la genuina meschinità, e mostrarne al mondo la bassezza; se invece fosse apparsa sublime, volevo conoscerla con l’esperienza, e poterne dare un vero ragguaglio nella mia prossima digressione..."
Henry David Thoreau  ( Walden, ovvero La vita nei boschi )












Posta un commento