venerdì 7 giugno 2013

Migrazioni : Il Cannareccione ...

L' Acrocephalus arundinaceus è un passeriforme di grandi dimensioni ed arriva dall'Africa sub sahariana intorno Aprile e primi di Maggio. Predilige habitat palustri con presenza di canneti dove nidifica e si riproduce fra Maggio e Giugno.

Il suo caratteristico e forte richiamo serve a delimitare i territori ed in presenza di più individui il loro vociferare è davvero impressionante. Sono i maschi che partono per primi dall'Africa per cercare di assicurasi le zone migliori mentre le femmine se la prendono più comoda e si uniscono ai maschi successivamente cercando di scegliere quello "meglio piazzato". A fine Agosto poi ripartiranno per tornare nel continente nero. Il cannareccione è presente in buon numero un po' in tutto il ns centro nord Italico con predilezione per le pianure del nord dove i canneti e le paludi sono presenti in maggior numero ed estensione.

Anche in Toscana nelle Aree umide della Toscana Settentrionale il Cannareccione è presente e mi sembra di poter dire in numero sempre maggiore. Speriamo che il trend rimanga stabile anche grazie al buon lavoro delle associazioni ambientaliste che pur tra mille difficoltà di ogni genere riescono a preservare queste aree sempre minacciate dalla cementificazione ed urbanizzazione selvaggia.
Un ringraziamento importante anche per l'amministrazione provinciale pratese che sta portando avanti in maniera molto efficace il Progetto Life (Prov Prato ) con il quale sta ristabilendo equilibri ambientali "umidi" inesistenti solo fino a qualche anno fa.

Le foto sottostanti le ho potute scattare nella piana pratese e fiorentina....con grande soddisfazione.







Posta un commento